A proposito di Economia

EgoSistema

EgoSistema

L’ecosistema in cui un’azienda è inserita vale molto di più del costo del lavoro perché agevola l’innovazione e lo scambio del sapere. Se in Italia le aziende non riescono a fare sistema e le istituzioni non agevolano la formazione di ecosistemi produttivi, il Paese tenderà sempre di più a chiudersi in se stesso.

La Sharing Economy ai tempi di Piketty

La Sharing Economy ai tempi di Piketty

La Sharing Economy trasforma ogni proprietà in un potenziale profitto e ogni persona in un potenziale imprenditore, portando il principio di accumulazione infinita di Marx verso una nuova frontiera in cui l’accumulazione non riguarda più unicamente l’oggetto (ad esempio una casa) ma anche il suo valore capitale (l’affitto della casa e quindi il rendimento che da esso può derivare).

Un bus chiamato Elysium

Un bus chiamato Elysium

Nel momento in cui la propria ricchezza non è qualcosa che si è guadagnato ma qualcosa che si è ereditato (al pari del colore della propria pelle) allora la differenza tra segregazione razziale e segregazione economica è sempre più sottile.

L’Italia in fumo.

L’Italia in fumo.

L’Italia è il paese al mondo dove si consuma più cannabis e l’ultimo al mondo per tasso d’imprenditorialità. Il trentennio glorioso è finito da un pezzo e l’Italia sta perdendo sempre più competitività. Oggi per ricreare il tessuto di PMI alla base dell’economia del nostro Paese è necessario tornare a investire in ricerca e sviluppo.

La povertà ai tempi di Veblen.

La povertà ai tempi di Veblen.

Cosa vuol dire oggi essere povero? Quanto conta la finanza nella vita di tutti i giorni. Forse troppo. I soldi sono una risorsa importante. Sono l’ossigeno per le nostre azioni. Ma esattamente come non viviamo per respirare ma respiriamo per vivere, allo stesso modo dovremmo guadagnare per fare qualcosa e non fare qualcosa (di tutto) per guadagnare.

Futuro a credito

Futuro a credito

Quello che oggi andrebbe messo in discussione è il paradigma stesso del debito fondato sul godere oggi di un qualcosa che si pagherà in futuro. Il credito, o il debito trasforma il futuro in qualcosa di drogato, qualcosa che da’ dipendenza. Il futuro non si costruisce sugli interessi bancari. Al posto di continuare ad accumulare presente a debito bisognerebbe creare un sistema che permette di accumulare futuro a credito.